sabato 4 aprile 2009

Frittata di spaghetti


La frittata di spaghetti è un sistema molto semplice per riciclare in modo gustoso degli avanzi di pasta.
Ma visto che per sfamare una decina di Astarotti non ci sono avanzi che tengono, ho cominciato da capo.

Frittata di spaghetti

Per circa 12 persone, una teglia da 24x32

1 kg di spaghetti nr. 12 di ottima marca (uso la De Cecco, perché tiene bene la cottura)
2 barattoli di pomodori
1 carota, 1 cipolla, 1 gambo di sedano
olio d'oliva extravergine
origano o basilico
sale e peperoncino
100 gr di parmigiano o pecorino
12 uova grandi formato XL

Preparare il sugo soffriggendo la cipolla, carota e sedano a pezzettini piccoli in un po' di olio, aggiungere i pomodori e far restringere il sugo finquando fa gli occhi di olio in superficie. Salare, peperoncinare ed eventualmente aggiungere origano o basilico a piacere. Far freddare il più possibile.
Cuocere la pasta per 9 minuti anziché 12, scolarla e freddarla sotto l'acqua corrente.
Trasferirla in una capace insalatiera e condirla con il sugo e con il formaggio.
Accendere il forno a 180° e foderare di carta forno una teglia.
Sbattere le uova e salarle un po'. Versare la pasta nella teglia, pareggiarla per bene e poi versarci sopra le uova. Premere un po' gli spaghetti in modo che si ricoprano bene di uova.
Infornare per circa 40 minuti (prova stecchino).
Lasciar intiepidire e poi tagliare a porzioni.
Ottima per un picnic o buffet.
Chi non ha un esercito di Astarotti da sfamare e quindi ha poca pasta, può fare la frittata in padella: mettere giro d'olio e farlo scaldare, distribuire bene gli spaghetti e aggiungere le uova. Far fare la crosticina croccante sotto, poi girare con l'aiuto di un coperchio piatto la frittata e farci fare la crosticina anche dall'altro lato. Più sottile è la frittata, più crosticina croccante ci viene, più è buona.

1 commento:

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Marina ma io non ero proprio a conoscenza di questo tuo blog!!!! Ti linko subito!!! Un bacio Laura